Caricamento

VISITE GUIDATE ALLE MOSTRE Associazione Culturale CLESSIDRA

REGOLAMENTO PER LE VISITE ALLE MOSTRE

  • L'ingresso alle mostre è consentito solo ai possessori di Green Pass.
  • E’ obbligatorio partecipare con mascherina, gel igienizzante.
  • E’ obbligatorio rispettare le regole del distanziamento sociale.
  • Disdetta entro 10 gg lavorativi; in caso contrario, l'intera quota della visita dovrà essere corrisposta.
Mercoledì 3 novembre 2021, ore 15,15
Martedì 9 novembre 2021, ore 15,15
Martedì 16 novembre 2021, ore 15,15

"CLAUDE MONET"

Opere dal Musée Marmottan Monet di Parigi

Il Musée Marmottan Monet è l’istituzione che detiene la più ampia collezione di opere di Monet, da cui sono stati selezionati 53 dipinti per proporre un approfondimento sul tema della riflessione della luce e dei suoi mutamenti nell’opera del padre dell’Impressionismo. Tra le opere esposte numerosi capolavori, tra cui Sulla spiaggia di Trouville, Passeggiata ad Argenteuil, Il Parlamento, Riflessi sul Tamigi, Charing Cross e le Ninfee. Il percorso cronologico ripercorre l’intera parabola artistica del Maestro impressionista, letta attraverso le opere che l’artista stesso considerava fondamentali, private, tanto da custodirle gelosamente nella sua abitazione di Giverny; opere che lui stesso non volle mai vendere e che ci raccontano le più grandi emozioni legate al suo genio artistico. È il mondo di Monet, con le sue corpose ma delicatissime pennellate e con quella luce talvolta fioca e talvolta accecante.

Visite guidate a cura di Alberto Marchesini.

Quota: 30 euro (visita guidata, biglietto di ingresso, prevendita, radiocuffie). Numero massimo partecipanti per ciascun gruppo: 14. Le disdette senza penali sono consentite entro 10 gg lavorativi. Chi non si presenta alla visita dovrà corrispondere l'intera quota.

Quando:
- Mercoledì 3 novembre 2021, ore 15,15
- Martedì 9 novembre 2021, ore 15,15
- Martedì 16 novembre 2021, ore 15,15

Ritrovo: Palazzo Reale, lato bar

Sabato 13 novembre 2021

"IMPRESSIONISTI. ALLE ORIGINI DELLA MODERNITÀ"

Mostra al Museo MaGa e tesori di Gallarate

Visita alla mostra "Impressionisti. Alle origini della modernità" presso il Museo MaGa di Gallarate: un percorso che racconta, attraverso le oltre 180 opere esposte tra dipinti, sculture, disegni, incisioni e manufatti di arti decorative, la storia degli artisti che hanno vissuto e partecipato alle storiche mostre impressioniste, mettendo in luce tutte le complessità della loro ricerca artistica. Nel percorso espositivo Realismo, Impressionismo, Post-Impressionismo, si intrecciano in un racconto che dialoga con fotografia, arti applicate, moda e letteratura. La mostra è organizzata in cinque sezioni scandite dai versi e dalla prosa di alcuni grandi poeti e scrittori che hanno il compito di creare echi di relazioni, ricordi, pensieri. Nel pomeriggio, visita di Gallarate e in particolare della Basilica di Santa Maria Assunta, la chiesa principale, con la maestosa facciata progettata da Camillo Boito. All’interno si possono ammirare gli affreschi di Luigi Cavenaghi, sculture di Giuseppe Rosnati e anche lo Sposalizio della Vergine di Pier Francesco di Cesare Mazzucchelli detto il Morazzone. Chiesa di San Pietro, la più antica della città, costruita dai Maestri comacini a partire dal XI secolo. Lo stile è Romanico-Lombardo con loggette ad archi intrecciati e motivi a losanghe sulla facciata. Nel corso degli anni ha subito alcuni lavori di ristrutturazione che non ne hanno compromesso la bellezza.

Visita guidata a cura di Federica Mingozzi.

Quota: 65 euro (pullman, visite guidate, biglietto di ingresso, offerte chiese, assicurazione, radiocuffie, dispensa). Pranzo libero a Gallarate. Capienza pullman al 50%. Le disdette senza penali sono consentite entro 10 gg. Chi non si presenta alla gita dovrà corrispondere l'intera quota.

Quando: sabato 13 novembre 2021, ore 8,45

Ritrovoparcheggio di via Mario Pagano (M1 Pagano).

Martedì 16 novembre 2021, ore 17,45
Mercoledì 17 novembre 2021, ore 15,15
Giovedì 18 novembre 2021, ore 14,45
Giovedì 16 dicembre 2021, ore 15,15

"REALISMO MAGICO"

Dipinti, sculture, disegni e altro in una mostra innovativa

La mostra intende presentare il movimento artistico del Realismo Magico, un filone fondamentale della pittura italiana sviluppatosi negli anni Venti e Trenta del Novecento. Il Realismo Magico traspone nella pittura il clima di instabilità e di inquietudine che caratterizza la società italiana tra i due conflitti mondiali. Protagonisti della poetica del Realismo Magico sono le opere di Felice Casorati e di Giorgio de Chirico ma anche di Carlo Carrà e di Gino Severini, che proclamano la necessità del recupero dei valori plastici dell’arte del passato. Tra i maggiori esponenti e più apprezzati rappresentanti del Realismo Magico vi sono anche Cagnaccio di San Pietro, Antonio Donghi, Ubaldo Oppi, Achille Funi e Piero Marussig.

Visite guidate a cura di Alessandra Montalbetti e Alberto Marchesini.

Quota: 30 euro (visita guidata, biglietto d'ingresso, prevendita, radiocuffie). Numero massimo partecipanti: 14. Le disdette senza penali sono consentite entro 10 gg lavorativi. Chi non si presenta alla visita dovrà corrispondere l'intera quota.

Quando:
- Martedì 16 novembre 2021, ore 17,45 (Alberto Marchesini)
- Mercoledì 17 novembre 2021, ore 15,15 (Alessandra Montalbetti)
- Giovedì 18 novembre 2021, ore 14,45 (Alberto Marchesini)
- Giovedì 16 dicembre 2021, ore 15,15 (Alberto Marchesini)

Ritrovo: Palazzo Reale, lato bar

Martedì 23 novembre 2021, ore 15
Mercoledì 24 novembre 2021, ore 15

"MARIO SIRONI. SINTESI E GRANDIOSITÀ"

La retrospettiva di un grande artista del Novecento

Una grande e approfondita retrospettiva ripercorre l’opera di Mario Sironi a sessant’anni dalla morte. Le 110 opere esposte ricostruiscono l’intero percorso artistico di Sironi: dalla giovanile stagione simbolista all’adesione al futurismo; dalla sua originale interpretazione della metafisica nel 1919 al momento classico del Novecento Italiano; dalla crisi espressionista del 1929-30 alla pittura monumentale degli anni Trenta; fino al secondo dopoguerra e all’Apocalisse dipinta poco prima della morte. Sono esposti, infatti, alcuni capolavori che non comparivano in un’antologica sironiana da quasi mezzo secolo e altri completamente inediti.

Visita guidata a cura di Alberto Marchesini.

Quota: 15 euro (visita guidata, radiocuffie) + biglietto d'ingresso (intero: 10 euro; over 65: 8 euro; abbonamento musei Lombardia: 5 euro, da comunicare all'atto dell'iscrizione). Numero massimo partecipanti: 19. Le disdette senza penali sono consentite entro 10 gg lavorativi. Chi non si presenta alla visita dovrà corrispondere l'intera quota.

Quando:
- martedì 23 novembre 2021, ore 15
- mercoledì 24 novembre 2021, ore 15

Ritrovo: Museo del 900, piazza Duomo 8.

Martedì 30 novembre 2021, ore 15
Mercoledì 1° dicembre 2021, ore 15

"CORPUS DOMINI. DAL CORPO GLORIOSO ALLE ROVINE DELL'ANIMA"

Un viaggio attraverso il rapporto tra arte e corporeità

Un viaggio attraverso il rapporto arte e corpo, una selezione di corpi gloriosi e di esseri mobili, che rappresentano una dichiarata diversità poetica e al tempo stesso un racconto della molteplicità della rappresentazione dell’essere umano attraverso l’esibizione del corpo e, soprattutto, la sua sparizione. Una sezione fondamentale è quella dedicata a Lea Vergine, presenza indimenticabile nella storia del rapporto tra arte e corpo. 112 opere – installazioni, sculture, disegni, dipinti, videoinstallazioni e fotografie, alcune delle quali vere icone del contemporaneo, esposte per la prima volta in Italia – di 34 artisti riconosciuti a livello internazionale – da Yael Bartana a Christian Boltanski, da Gino de Dominicis a Urs Lüthi, da Carol Rama a Michal Rovner, solo per citarne alcuni.

Visita guidata a cura di Alberto Marchesini.

Quota: 30 euro (visita guidata, biglietto di ingresso, prevendita, radiocuffie). Numero massimo partecipanti: 14. Le disdette senza penali sono consentite entro 10 gg lavorativi. Chi non si presenta alla visita dovrà corrispondere l'intera quota.

Quando:
- martedì 30 novembre 2021, ore 15
- mercoledì 1° dicembre 2021, ore 15

Ritrovo: Palazzo Reale, lato bar

Giovedì 2 dicembre 2021, ore 15

"TANIA BRUGUERA – IL CORAGGIO DELL’ARTE"

Sia detta la verità anche a scapito del mondo...

Curata da Diego Sileo, è la prima, coraggiosa rassegna italiana dedicata a Tania Bruguera, una delle più importanti artiste contemporanee. La Bruguera, da sempre attivista a favore dei deboli e degli ultimi, è nata a Cuba nel 1968, patria dalla quale è stata esiliata per sempre, a riprova della sua sfida costante con il potere forte. Dopo i progetti da lei realizzati per il MoMA di New York e alla Tate di Londra, la Bruguera porterà una selezione delle sue azioni più significative proposte nel passato nella consapevolezza di volersi presentare ad un pubblico non avvezzo, per esempio, alla Biennale di Venezia, dove è stata invitata più volte; presenterà inoltre un nuovo lavoro appositamente pensato per lo spazio milanese, e una nuova performance: tutto sempre teso ad indagare i rapporti tra il potere ed il mondo dell'informazione e l'illusoria coscienza di dominare il destino.

Visita guidata a cura di Alessandra Montalbetti.

Quota: 15 euro (visita guidata, radiocuffie) + biglietto d'ingresso. Numero massimo partecipanti: 14. Le disdette senza penali sono consentite entro 10 gg lavorativi. Chi non si presenta alla visita dovrà corrispondere l'intera quota.

Quando: giovedì 2 dicembre 2021, ore 15

Ritrovo: PAC, via Palestro 14

Sabato 11 dicembre 2021

GAMEC DI BERGAMO: NULLA È PERDUTO

Arte e materia in trasformazione

Prosegue il programma della Galleria d'arte moderna di Bergamo dedicato all'indagine dei profondi rapporti tra l'arte antica e quella contemporanea. Questa importante rassegna rivolge lo sguardo al lavoro di autori che hanno indagato le trasformazioni della materia per sviluppare una riflessione sul mutamento e sul tempo. La domanda sottesa è: siamo davvero così lontani dal mondo antico? il nostro approccio al mondo che ci circonda è così significativamente diverso? Per cercare risposte o per proporre stimoli alla nostra riflessione, in mostra opere di epoche diverse, dai dipinti allegorici seicenteschi a lavori Dada e Surrealisti, fino alle creazioni di alcuni tra i più importanti esponenti delle neoavanguardie degli anni Sessanta e Settanta. E ancora, opere di esponenti dell’Arte Povera, sculture e installazioni di autori degli anni Ottanta, fino alle ricerche più recenti di artisti internazionali delle ultime generazioni.

Visita guidata a cura di Alessandra Montalbetti.

Quota: 50 euro (pullman, visita guidata, biglietto d'ingresso, radiocuffie, dispensa). Capienza pullman al 50%. Le disdette senza penali sono consentite entro 10 gg. Chi non si presenta alla gita dovrà corrispondere l'intera quota.

Quando: sabato 11 dicembre 2021, partenza ore 14.

Ritrovo: parcheggio di via Mario Pagano (M1 Pagano).

Martedì 14 dicembre 2021, ore 15

"NAPOLEONE ALL’AMBROSIANA. PERCORSI DELLA RAPPRESENTAZIONE"

Le strategie di rappresentazione del potere in epoca napoleonica

La mostra, nell’ambito nelle celebrazioni promosse in tutta Italia dal Comitato per il Bicentenario Napoleonico 1821-2021 e in collaborazione con l’Università Cattolica di Milano, propone un percorso sulla rappresentazione del potere in età napoleonica a Milano come crogiolo di tradizione, propaganda, progetto, come grande bacino di cambiamento e continuità al tempo stesso. L’esposizione presenta incisioni, disegni, relazioni, scritti satirici, libretti, opere teoriche a stampa e periodici provenienti dal patrimonio della Biblioteca Ambrosiana nonché beni dalle collezioni di dipinti e cimeli della Pinacoteca. Sono idealmente parte del percorso alcune opere legate al periodo napoleonico presenti nelle varie sale della Pinacoteca. Tra queste rientrano anche alcune opere preda delle spoliazioni napoleoniche in Ambrosiana e poi in parte restituite. Il variegato materiale consente un approfondimento sulla rappresentazione che, nella sua più vasta accezione antropologica, costituisce un osservatorio privilegiato sulle trasformazioni culturali che la città di Milano vive in epoca napoleonica.

Visita guidata a cura di Anna Torterolo.

Quota: 25 euro (visita guidata, biglietto d'ingresso, radiocuffie). Le disdette senza penali sono consentite entro 10 gg lavorativi. Chi non si presenta alla visita dovrà corrispondere l'intera quota.

Quando: martedì 14 dicembre 2021, ore 15

Ritrovo: Pinacoteca Ambrosiana, piazza Pio XI

Venerdì 17 dicembre 2021, ore 15

"TULLIO PERICOLI. FRAMMENTI"

Oltre 150 opere del pittore e disegnatore di origini marchigiane

Una grande retrospettiva omaggio alla carriera di Tullio Pericoli, uno dei maggiori artisti contemporanei. La mostra vuole essere un punto di riflessione e un omaggio alla sua grande carriera, artista con una attività feconda e multiforme. Un’attività che nell’ultimo ventennio si è concentrata sul paesaggio, ma non si possono non ricordare i suoi ritratti di personaggi della cultura, pubblicati in tutto il mondo e le sue incursioni nel teatro, con le messe in scena di opere per l’Opernhaus di Zurigo e il Teatro alla Scala di Milano. Imperdibile la stanza dedicata ai ritratti: fisionomie fedeli e al tempo stesso trasfigurate; una sorta di assemblea delle figure più importanti della scena culturale internazionale, amici, colleghi, ispiratori. Una esposizione importante, unica, un doveroso omaggio della città di Milano a un artista che ormai da cinquant’anni ha deciso di appartenervi.

Visita guidata a cura di Anna Torterolo.

Quota: 25 euro (visita guidata, biglietto d'ingresso, radiocuffie). Le disdette senza penali sono consentite entro 10 gg lavorativi. Chi non si presenta alla visita dovrà corrispondere l'intera quota.

Quando: martedì 14 dicembre 2021, ore 15

Ritrovo: Palazzo Reale, lato bar

Martedì 21 dicembre 2021, ore 15

"DIVISIONISMO. 2 COLLEZIONI"

In mostra i più grandi artisti del Divisionismo

L’esposizione intende illustrare i tratti caratterizzanti l’esperienza divisionista, i suoi protagonisti e gli artisti, attraverso trenta opere, presenti nelle collezioni della GAM e della Fondazione Cassa di Risparmio di Tortona, allestite in cinque sale della sede museale milanese. Tra gli artisti in mostra, Giacomo Balla, Umberto Boccioni, Giulio Branca, Luigi Conconi, Tranquillo Cremona, Carlo Fornara, Giuseppe Grandi, Emilio Longoni, Angelo Morbelli, Plinio Nomellini, Giuseppe Pellizza, Gaetano Previati, Attilio Pusterla, Daniele Ranzoni, Giovanni Segantini, Giovanni Sottocornola, Paolo Troubetzkoy. Milano è stata una città chiave per il Divisionismo: qui studiarono molti artisti del movimento, qui molti di loro trovarono ispirazione per opere di denuncia sociale, qui esposero per la prima volta alla Triennale di Brera del 1891.

Visita guidata a cura di Alessandra Montalbetti.

Quota: 15 euro (visita guidata, radiocuffie). Le disdette senza penali sono consentite entro 10 gg lavorativi. Chi non si presenta alla visita dovrà corrispondere l'intera quota.

Quando: martedì 21 dicembre 2021, ore 15

Ritrovo: Gam, via Palestro 16

Associazione Culturale CLESSIDRA - Milano ©

Pagina aggiornata il 31 ottobre 2021.